La tassa sui rifiuti (TARI) è stata istituita dalla Legge n. 147 del 27 Dicembre 2013 (Legge di stabilità 2014) commi 639 e ss., decorre dal 01 Gennaio 2014 e sostituisce il prelievo vigente fino al 31 Dicembre 2013 (TARES e T.I.A.). Rappresenta la componente, relativa al servizio rifiuti dell’Imposta Unica Comunale (IUC) ed è destinata a finanziare integralmente i costi del servizio di raccolta e smaltimento rifiuti a carico dell’utilizzatore. Il presupposto della TARI è il possesso o la detenzione, a qualsiasi titolo, di locali o di aree scoperte, a qualsiasi uso adibiti, suscettibili di produrre rifiuti urbani.

Con deliberazione del Consiglio Comunale n. 19 del 07/09/2014 sono state determinate le tariffe del tributo, sulla base delle disposizioni del Regolamento comunale – deliberazione n. 18 del 07/09/2014, secondo lo schema che segue :

Utenze domestiche
Le tariffe delle singole utenze, determinate in €/mq risultano dalla combinazione di una parte fissa e di una variabile:

Componenti nucleo familiare

Tariffa fissa €/mq

Tariffa variabile €

1

2,00

5,00

2

2,00

25,00

3

2,00

35,00

4

2,00

35,00

5

2,00

35,00

Riduzioni per le utenze domestiche:
La tariffa si applica in misura ridotta, nella quota fissa e nella quota variabile, alle utenze domestiche che si trovano nelle seguenti condizioni:

  1. abitazioni con un unico occupante, come emergente dalle risultanze anagrafiche per i soggetti residenti nel Comune e da apposita dichiarazione sostitutiva per i non residenti: riduzione del 30 %;
  2. abitazioni tenute a disposizione per uso stagionale od altro uso limitato e discontinuo, non superiore a 183 giorni nell’anno solare: riduzione del 30 %;
  3. abitazioni occupate da soggetti che risiedano o abbiano la dimora, per più di sei mesi all'anno, all'estero: riduzione del 30%;
  4. agevolazioni legate a situazioni di disagio economico e sociale:
    a favore dei nuclei familiari con particolari condizioni di disagio economico-sociale,  rilevate mediante  il  calcolo  dell’Indicatore  della  Situazione  Economica Equivalente (I.S.E.E.), così come definito dal D.ls31 marzo 1998 n.109, e successive modificazioni  e  integrazioni  sono  previste  le  seguenti  agevolazioni  tariffarie  in materia di tassa rifiuti, con riferimento ai soli locali destinati ad abitazione principale e relative pertinenze:   in presenza di I.S.E.E. compreso fra zero e 2.500 euro è prevista una riduzione della tassa rifiuti pari  all’80%. Per i nuclei familiari con uno  o più componenti con invalidità pari al 100%, il suddetto limite di 2.500 euro è elevato a 5.000 euro.
    Per beneficiare delle suddette agevolazioni,l’interessato deve presentare, dal 1°  Gennaio  al  31  Luglio  di  ogni  anno,  apposita  domanda  scritta,  a  cui  deve  essere allegata, a pena di irricevibilità, la seguente documentazione:
    1) dichiarazione sostitutiva delle condizioni economiche del nucleo familiare relative all’anno precedente a quello di presentazione della domanda;
    2)  eventuale  certificato  di  invalidità  pari  al  100%,  rilasciato  da  competenti  servizi sanitari pubblici;
    3)  copia  di  un  documento  di  riconoscimento  del  richiedente  (in  caso  di  invio  della domanda a mezzo posta).

 

Utenze non-domestiche

n. Attività Tariffa Fissa €/mq Tariffa Variabile €/mq Tariffa Tares €/mq
1 Musei, biblioteche, scuole, associazioni, luoghi di culto 0,310 0,300 0,610
2 Cinematografi e teatri 0,452 1,320 1,772
3 Autorimesse e magazzini senza alcuna vendita diretta 0,493 1,025 1,518
4 Campeggi, distributori carburanti, impianti sportivi 1,212 1,990 3,202
5 Stabilimenti balneari 0,479 1,666 2,145
6 Esposizioni, autosaloni 0,780 1,615 2,395
7 Alberghi con ristorante   1,212 2,010 3,220
8 Alberghi senza ristorante 1,212 2,000 3,210
9 Case di cura e riposo 1,232 2,862 4,094
10 Ospedale 1,177 4,037 5,215
11 Uffici, agenzie, studi professionali 8,821 3,300 12,121
12 Banche ed istituti di credito 8,821 3,179 12,000
13 Negozi abbigliamento, calzature, libreria, cartoleria, ferramenta 1,164 2,865 4,028
14 Edicola, farmacia, tabaccaio, piurilicenze  1,356 3,680 5,036
15 Negozi particolari quali filatelia, tende e tessuti, tappeti 0,767 2,166 2,933
16 Banchi di mercato beni durevoli 1,629 4,164 5,793
17 Attività artigianali tipo botteghe: Parrucchiere, barbiere 1,356 3,544 4,900
18 Attività artigianali tipo botteghe : falegname, idraulico 0,800 0,800 1,600
19 Carrozzeria, autofficina, elettrauto 0,858 3,877 4,735
20 Attività industriali con capannoni di produzione 0,452 1,958 2,410
21 Attività artigianali di produzione beni specifici 1,000 0,580 1,580
22 Ristoranti, trattorie, osterie, pizzerie, mense, pub. birrerie 1,369 3,230 4,599
23 Mense, birrerie, amburgherie 3,491 3,230 6,721
24 Bar, caffè, pasticceria 2,000 5,000 7,000
25 Supermercato, pane e pasta, macelleria, salumi e formaggi 3,000 4,500 7,500
26 Plurilicenze alimentari e/o miste 2,136 5,908 8,044
27 Ortofrutta, pescherie, fiori e piante, pizza al taglio 3,000 4,500 7,500
28 Ipermercati di generi misti 5,000 7,000 12,000
29 Banchi di mercato genere alimentari 4,586 3,500 8,086
30 Discoteche, night-club 5,000 5,000 10,000

 

MODALITA' DI PAGAMENTO:

Gli avvisi di pagamento possono essere pagati:
- presso gli sportelli postali utilizzando i bollettini di conto corrente postale allegati.